Diventare Babbo

Prima Ecografia: Cuore e Batticuore

Ok, abbiamo appena fatto la prima ecografia.

Sento la testa leggera leggera, mi sembra essere seduto su una nuvola e ho le orecchie che rimbombano… di un rumore dolcissimo 🙂

Sicuramente vivrai un’esperienza a cui niente e nessuno potrà prepararti: la prima ecografia è il momento in cui vedrai e sentirai battere il cuoricino del tuo piccolo.

Questo è un suono che non dimenticherò mai… ho rischiato seriamente di saltare dalla sedia per l’emozione!

Quando si fa la prima ecografia

Tra l’undicesima e la tredicesima settimana di gravidanza.
È un esame tranquillo e sicuro, che si basa sulla tecnologia degli ultrasuoni.

Una prima versione – meno precisa – può essere eseguita già durante la visita ginecologica (per noi è stato così). Ma il bello arriverà dopo, con gli strumenti più precisi e i tempi più maturi.

Quello che vedrai sarà il fagiolino (o l’arachide) più bello del mondo!

prima ecografia L’ecografia viene generalmente eseguita per via transaddominale: si spalma un gel sulla pancia, che assicura una buona trasmissione degli ultrasuoni, e poi si passa la sonda (che ha la forma di uno scanner per il codice a barre, tipo quello del supermarket!).

La sonda emette degli ultrasuoni che tornano indietro sotto forma di eco, delineando la forma di “quello che sta succedendo” dentro la pancia della mamma.

Se l’immagine non è abbastanza chiara, e cambiare posizione non aiuta abbastanza, si può procedere alla soluzione transvaginale, in cui un altro tipo di sonda viene introdotta nella vagina.

Il resto, come si dice, è storia: attento a non piangere troppo dalla gioia.

Che cosa ti dice la prima ecografia

L’esame ci dice se la gravidanza è davvero iniziata e se lo ha fatto in modo corretto, in particolare rilevando la vitalità dell’embrione e andando a verificare l’eventualità extrauterina.

Sapremo poi se aspettiamo un piccolo o eventualmente… un paio di gemelli, e misureremo la lunghezza del feto (altro momento emozionante).

Poi ci sarà la datazione precisa del giorno del concepimento, in modo da poter calcolare meglio la data di nascita presunta.

Se tutto è andato bene, hai visto il piccoletto e già non capisci più niente…

Quante ecografie bisogna fare?

Oltre alla prima ecografia, di solito ne sono previste altre due.

La morfologica, tra la diciannovesima e la ventiduesima settimana di gravidanza, ci mostra il feto già bello sviluppato e serve a valutare la salute complessiva del piccoletto. Non vedo l’ora di vederlo muovere quelle sue braccine 🙂

La terza e ultima è quella della crescita fetale e si esegue verso la ventottesima-trentaduesima settimana di gestazione. Ci si concentra sulla crescita del piccolo e di tutti gli organi, sulla sua capacità di poter respirare, sulla posizione della placente e sull’afflusso di sangue nel cervello e nel cordone ombelicale.

A questo punto dovrebbe essere difficile vederlo “intero” perché… è grande e rannicchiato, spesso già con la testolina verso il basso, in rampa di lancio!

La prima ecografia: un momento indimenticabile

Inutile dire che già al primo appuntamento la lacrimuccia per me è stata d’obbligo.

Un momento tanto emozionante da risultare quasi indescrivibile.

Vogliamo parlarne? Il tuo commento è graditissimo 🙂

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__
The following two tabs change content below.
Ciao! Sono Giacomo, papà di Adelaide. Vivo con Erika e il chihuahua Frattaglia in Versilia. Il mio lavoro? Giornalista, consulente di web e social media marketing... e naturalmente blogger di BigBabbo!
Previous Post Next Post

1 Comment

  • Reply Data del Parto: Come si Calcola? | Big Babbo 11 gennaio 2017 at 13:12

    […] prima ecografia ti aiuterà a sapere con più precisione la data del concepimento, e di conseguenza quella del […]

  • Leave a Reply