Diventare Babbo

Come si contano le settimane di gravidanza?

Una delle cose su cui un papà “scivola” più facilmente è il calcolo (a volte anche solo tenerlo a mente, in verità) delle settimane di gravidanza man mano che il “grande momento” si avvicina.

Scene tipo questa:

“A che settimana siete?”
“Ah, emh… Ha la pancia da quattro mesi. Credo. Uh… Undicesima?”

Non vuoi fare una figura del genere, te l’assicuro.

Ma è ovvio che per te non sarà così: tu stai leggendo questo blog, sei un aspirante Big Babbo e sarai sempre aggiornatissimo sui progressi della gravidanza e preparatissimo su cosa sta accadendo ai tuoi splendori.

Quando sei pronto potrai anche sapere come calcolare da data del parto.

Come si contano le settimane di gravidanza?

Intanto, segnati l’elemento essenziale: la data delle ultime mestruazioni della tua lady.

Tieni conto che il concepimento effettivo può avvenire fino a due settimane dopo questa data, ma questo è l’unico riferimento certo che tutti prenderanno in considerazione.

Vedrai spesso ginecologi e ostetriche utilizzare il “regolo ostetrico“, che ricorda un po’ quelle ruote di cartoncino con cui si inventavano o decodificavano codici da bambini.

Ricorda che per indicare a che punto è la gravidanza, si usano sempre settimane e giorni (e non mesi!).

Anzi, per l’esattezza settimane più giorni.

“A che punto è la gravidanza?”
“Siamo alla 17+2!”

Contare le settimane di gravidanza: Pronti, Via!

Tieni presente che “il giorno zero” è quello detto in precedenza: il giorno delle ultime mestruazioni.

A partire da questa considerazione, sappi in questa circostanza “lo zero conta”, nel senso che il primo giorno della prima settimana sarà chiamato lo 0+0 (zero più zero) e l’ultimo lo 0+6 (zero più sei).

E questa è la Prima Settimana!
Dopodiché si entra nella Seconda… che si esprime dicendo “Settimana 1+0″… fino a 1+6

Nel senso che la prima è finita e iniziano i giorni della seconda, e così via.

Chiaro? Spero di sì.
Non è poi così difficile, vero?
Ci sono riuscito anche io, a tenere il conto…

Settimane o mesi?

Non c’è niente di male nel contare o esprimere la gravidanza in mesi.

Ma, ovviamente, l’espressione qualcosa+qualcosa ti rende estremamente più figo.
La precisione equivale a figaggine.

E – indovina? – se conti così il passare del tempo finirà che sarai molto più attento e puntuale nel seguire i progressi della partner e della prole.

Comunque, ho scritto un articolo approfondito se ti interessa capire meglio come corrispondono le settimane di gravidanza (+giorni) ai mesi <– clicca qui! 🙂

E non dire che non ti voglio bene!

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__
The following two tabs change content below.
Ciao! Sono Giacomo, papà di Adelaide. Vivo con Erika e il chihuahua Frattaglia in Versilia. Il mio lavoro? Giornalista, consulente di web e social media marketing... e naturalmente blogger di BigBabbo!
Previous Post Next Post

1 Comment

  • Reply Come calcolare corrispondenza tra settimane e mesi di gravidanza 11 gennaio 2017 at 13:06

    […] in un articolo precedente ti ho parlato di come si “contano” le settimane di gravidanza, rendendoti un papà molto […]

  • Leave a Reply