coliche del neonato
0-3 mesi

Coliche del Neonato: Cosa fare

Tremate! Anzi: Vegliate! Le coliche del neonato sono tra le cose più temute dai neogenitori.

Notti in bianco, pianti disperati, paura di doloretti impossibili da fronteggiare…

Caro il mio collega babbo, le ragioni ci sono tutte. Se ti scrivo in questo momento all’alba e con un paio di occhiaie da competizione non posso che ringraziare le “simpatiche” coliche, amorevolmente dette “colichette” del primo mese di Adelaide.

I vezzeggiativi sono fin troppo garbati per questo disturbo di cui soffrono oltre il 10% dei neonati.

Se sei (come me) tra i fortunati… niente paura!

Ecco un mega-articolo per conoscere e rimediare alle coliche del neonato.

coliche del neonato vignetta

Disegno di Andy Ventura

 

Leggi anche: Perché un neonato piange sempre?

 

Che cosa sono le coliche del neonato?

Le coliche del neonato non sono altro che piccole contrazioni della muscolatura involontaria della parete intestinale, che provocano doloretti fastidiosi nei primi tre/cinque mesi di vita.

Si manifestano intorno alla quarta-quinta settimana di vita: nei primissimi mesi infatti, il latte che il piccoletto poppa rimane nello stomaco e, per così dire, “ristagna” nell’intestino: ecco perché solitamente si verificano nelle ore pomeridiane o… di notte!

La prima regola è sempre quella di non andare nel panico di fronte alle crisi di pianto, ma cercare di capire quali possano essere i motivi: quando si rivelano troppo frequenti, meglio chiedere il parere clinico del pediatra.

La seconda… di non preoccuparsi: le coliche non sono indice di problemi di crescita del neonato e non la danneggiano.

 

Individuare le coliche del neonato: La Regola del Tre

Negli anni ’50 del secolo scorso, il pediatra Morris A. Wessel coniò la “regola del tre”: le coliche sono coliche “serie” quando le crisi di pianto durano più di tre ore al giorno, più di tre giorni a settimana e per tre settimane consecutive.

Ad oggi si pensa che di settimane ne basti una, ma i numeri aiutano sempre a capire la dimensione del fenomeno.

Non spaventarti se il tuo neonato piange in maniera disperata: se si tratta di colichette succede dopo aver preso il latte. Se lo vedi diventare rosso in viso, stringere a pugno le manine, piegare la schiena inarcandola e le gambe verso l’alto, probabilmente si tratta proprio di questo.

La colpa delle coliche: cause possibili

Chiariamo subito che, sul versante medico, non ci sono cause accertate al 100%, ma è ovvio che il fastidio che il neonato prova è dovuto alle bolle d’aria che passano nell’intestino e che ne distendono le pareti.

In casi più rari il piccolo può essere intollerante al latte o a qualche cibo che la mamma assume, ma più spesso si tratta di aria che butta già durante la poppata, per la foga o la mancanza di coordinazione.

 

Esistono rimedi per le coliche?

La prima cosa da fare è mantenere la calma. Un genitore tranquillo e sereno, anche di fronte a pianti disperati e prolungati, trasmetterà serenità e sicurezza ai figli fin dall’inizio.

Se proprio la questione si dimostra grave e prolungata, si può chiedere aiuto al pediatra per la prescrizione di medicinali appositi (chiedi sempre consiglio perché a seconda dei casi possono essere inefficaci).

Tieni presente comunque che se riesci a tenere duro per i primi tre/cinque mesi, probabilmente il fenomeno inizierà a ridursi sensibilmente fino a scomparire.

 

Eroici rimedi alle colichette: le coccole

È tempo dell’intervento di papà!

A qualsiasi or del giorno e della notte devi essere pronto a coccolare il tuo cucciolo.

Le coccole fanno benissimo, riducono l’agitazione del neonato. Un genitore agitato non farà altro che trasmettere ulteriore agitazione e peggiorare la situazione.

Dopo ogni pasto, non stendere in posizione orizzontale il piccolo ma assicurati che faccia il ruttino tenendolo in braccio.

Oltre ad assicurarsi che mangi in modo regolare (non troppo frequente!) e che assuma le giuste quantità di latte, coccolarlo al buio e immersi nel silenzio aiuta a calmarlo.

Per placare le coliche puoi provare a tenerlo in braccio con il pancino giù, posato sul tuo avambraccio. Camminare avanti e indietro favorisce inoltre il… movimento di aria. Provare per credere!

Così.

Dolci rimedi per le coliche del neonato: tisana per la mamma o passeggiata

Se la vostra amata adora le tisane, tanto meglio. Altrimenti si turerà un po’ il naso…

Infusi al finocchio, alla menta, alla camomilla o alla liquirizia possono aiutare a produrre un latte più “liscio”, quindi chiedere consiglio al dottore su quale tipo di bevanda sia più indicato è una buona idea.

Mi raccomando però, niente zucchero nella tisana!

Se invece hai voglia di fare quattro passi, puoi infilare il neonato in carrozzina e andare in giro. Molto spesso il movimento raffredda i bollenti spiriti del tuo erede.

E se non ti va di camminare? Semplice. Un bel giretto in macchina e via: il moto  “ondoso” dell’auto concilia il sonno e tranquillizza anche i piccoli più irrequieti.

 

Sono utili i massaggi per le coliche?

I pediatri sono concordi: sì!

Per favorire il passaggio dell’aria e la sua espulsione, spoglia il neonato, tienilo a pancia in su e spalmalo con olio di mandorle delicatamente, massaggiandolo con le mani dappertutto (movimenti circolari sul pancino).

Parlargli dolcemente o cantare qualcosa durante l’operazione può aiutare a calmarlo e farlo stare meglio.

 

Coliche del neonato: cibi da evitare per la mamma

L’alimentazione delle mamma in alcuni casi può causare in parte il problema delle coliche: in questo caso, sempre dietro consiglio del pediatra, è utile cercare di ridurre la quantità dei possibili allergeni nella dieta.

Diminuire drasticamente il consumo di uova, frutti di mare e arachidi (con relativi derivati) può aiutare a eliminare l’insorgere del fenomeno.

__

Iscriviti alla Pagina Facebook: http://bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook: http://bit.ly/bigbabbogruppo
__

The following two tabs change content below.
Ciao! Sono Giacomo, papà di Adelaide. Vivo con Erika e il chihuahua Frattaglia in Versilia. Il mio lavoro? Giornalista, consulente di web e social media marketing... e naturalmente blogger di BigBabbo!
Previous Post Next Post

1 Comment

  • Reply Naso chiuso del neonato: cosa fare? Soluzioni e prevenzione 16 marzo 2017 at 18:28

    […] di grave, in questi casi, come per il pianto senza ragione o le colichette, bastano un po’ di coccole semplici per rassicurare il tuo […]

  • Leave a Reply