Browsing Category

News e Articoli

News e Articoli

Antea, Cure Palliative accessibili

BuzzooleL’Associazione Antea è una Onlus che nasce a Roma nel 1987 per garantire assistenza gratuita a domicilio ai pazienti in fase avanzata di malattia.

Dal 2000, grazie all’hospice Antea, oggi dotato di 25 stanze singole fornite di ogni comfort, è in grado di assistere i pazienti più fragili, le cui problematiche sociali ed abitative sono tali da rendere impossibile l’assistenza a domicilio.

L’assistenza Antea è basata sulle Cure Palliative, un approccio che comprende non solo assistenza medico-infermieristica, ma anche supporto psicologico, riabilitativo, sociale, spirituale e legale al fine di garantire la migliore qualità di vita possibile al paziente ed alla sua famiglia.

Grazie ai fondi raccolti da Antea Associazione Onlus e alla collaborazione della Regione Lazio e dell’ASL RME, i servizi offerti dall’U.O.C.P Antea sono totalmente gratuiti.

Le donazioni del 5×1000 possono essere effettuabili con il codice fiscale di ANTEA: 97055570580.

“Abbiamo scelto di donare tutto il nostro tempo a chi di tempo non ne ha più.
Abbiamo scelto di farlo al meglio per offrire qualità a chi si sentiva abbandonato.
E, ultimo ma non ultimo, abbiamo scelto di farlo sorridendo perché se le Cure Palliative vanno intese come approccio olistico e non pura e semplice terapia farmacologica, questo è quel qualcosa in più che Antea ha deciso di dare”

L’attività dell’Antea

. L’accesso alle Cure Palliative è un diritto umano inviolabile che deve essere garantito ovunque si trovi la persona malata ed a prescindere dalla sua condizione sociale ed economica;
. La sofferenza e l’abbandono non devono cancellare la dignità della persona;
. I pazienti in fase avanzata di malattia sono persone con qualcosa di unico da condividere.

Antea svolge la sua attività a domicilio, presso l’hospice del Centro Antea e attraverso il Centro di telemedicina, con un’assistenza garantita 24 ore su 24 da personale altamente qualificato.

Nel 2015 l’équipe Antea è composta da 15 medici, 28 infermieri, 14 operatori socio sanitari, 2 ausiliari, 2 psicologi, 1 assistente sociale, 3 fisioterapisti, 1 assistente spirituale, 2 terapisti occupazionali e 123 volontari affiancati da 20 risorse amministrative e di magazzino.

Il paziente, preso in carico gratuitamente dall’Unità Cure Palliative (UCP Antea), può avvalersi di un programma di assistenza personalizzato nel pieno rispetto della sua volontà e della sua dignità, restando nella propria casa, oppure presso l’hospice del Centro Antea.

Il “Centro Antea – Rete di Cure Palliative”

– 3.000 mq immersi nel verde del Parco di Santa Maria della Pietà (Roma)
– Assistenza domiciliare integrata
– Assistenza ai familiari
– Hospice con 25 stanze singole
– Centro di Telemedicina attivo 24 ore su 24
– Laboratorio di terapia occupazionale
– Sala per riabilitazione
– Sala polifunzionale
– Ludoteca
– Day Hospice
– Antea Formad – Centro di Formazione e Ricerca in Medicina Palliativa e Terapia del Dolore
– Luogo di culto

ANTEA OLTRE L’ASSISTENZA

Oltre all’attività assistenziale a domicilio e in hospice, Antea è impegnata in una molteplice gamma di attività, iniziative e progetti.

FORMAZIONE: Antea Formad è il Centro di Formazione in Medicina Palliativa e Terapia del Dolore dell’Associazione Antea, nato grazie alla expertise acquisita dai professionisti Antea. È specializzato nella progettazione didattica e nell’organizzazione di corsi di formazione, seminari, convegni nonché Master Universitari, per i professionisti del settore socio-sanitario. Dal 2000 ha formato oltre 3.000 professionisti.

BIOETICA: nel 2008 è stato istituito il Comitato di Bioetica Antea con l’obiettivo di
proteggere e promuovere i valori della persona, in tutte le attività scientifiche ed
assistenziali, attraverso un’attività di consulenza etica.

RICERCA: Antea è impegnata nella creazione di una rete nazionale di esperti in Cure Palliative con l’obiettivo di confrontarsi su tematiche cliniche importanti relative alla gestione dei pazienti realizzando progetti per migliorare l’assistenza e la qualità di vita delle persone.

Uno dei tanti obiettivi che Antea si pone è quello di affinare e migliorare le evidenze scientifiche relative a gestione e prevenzione dei sintomi correlati alle malattie in fase avanzata.

Dal 2003 ha istituito il Premio Ali di Antea, un riconoscimento per coloro che hanno
condiviso in modo particolare il cammino dell’Associazione. L’edizione 2015/2016, svoltasi presso l’Oratorio del Gonfalone (Roma), ha visto premiati il Dott. Massimo Scaccabarozzi, il Dott. Francesco Petitto e la Sig.ra Antonella Montaperto Danese.

humana naturcare
News e Articoli

Humana NaturCARE: un latte artificiale con “filosofia”

BuzzooleL’allattamento al seno è un fattore importantissimo per la crescita dei neonati, in questo mi considero molto fortunato: dopo le iniziali difficoltà di Adelaide si è attaccata alla mamma senza più smettere.

Quando siamo dovuti passare al latte artificiale, non è stato facile scegliere quale utilizzare, soprattutto perché spesso arriviamo spiazzati e confusi nel momento in cui il latte materno non è più sufficiente.

Se si è particolarmente attenti alla “filosofia” con cui vengono messi sul mercato questi prodotti, di sicuro finiremo per imbatterci in Humana NaturCARE, che promette di “aiutare i più piccoli a crescere secondo il proprio potenziale naturale”.

humana naturcare

Che cos’è Humana NaturCARE?

Senza forzature né accelerazioni: ecco il mantra con il quale mi ha convinto questa linea di prodotti.

Nelle intenzioni dell’azienda, NaturCARE rappresenta la fusione tra “Natura”, intesa come il rispetto dei ritmi naturali di crescita dei vostri bambini, e “CARE”, ovvero la cura per la loro alimentazione.

Ma la parola CARE, con il gioco degli acronimi che a me piace molto, sintetizza per Humana i 4 pilastri della “filosofia”

C – COMPLETEZZA per fornire al bambino ciò di cui ha bisogno per crescere

A – ATTENZIONE lungo la filiera produttiva, grazie a controlli accurati

R – RISPETTO delle materie prime per preservare i nutrienti naturali, con un delicato processo produttivo

E – ESPERIENZA nella soddisfazione dei bisogni dei bambini

humana naturcare

Qualche informazione in più su Humana NaturCARE

Si tratta di latte “di proseguimento”, per la crescita dei piccoli.

Humana ha studiato formulazioni di latte di crescita per fornire un aiuto nel rispetto dei loro ritmi, accompagnandoli durante lo sviluppo.

Lungo tutta la filiera produttiva dei latti vengono fatti più di 600 controlli, dalla consegna del latte fresco alla spedizione del prodotto sui punti vendita.

Sono ottenuti da latte fresco di alta qualità con un delicato processo produttivo che rispetta le materie prime riducendo al minimo l’impatto della lavorazione e ne preserva i nutrienti naturali.

Latte formulato, ma anche svezzamento

Quali sono questi tipi di latte?

I prodotti disponibili sono i latti di proseguimento Humana 2, il latte crescita Humana 3. 🙂

Ma fanno parte di NaturCARE anche tutti i prodotti per lo svezzamento, come gli omogeneizzati biologici frutta e carne, il biscotto, pastine e cereali, le Milkymerende e le merende Humana a base di latte, yogurt e frutta.

Ho trovato agevolmente NaturCARE nei supermercati e nei negozi specializzati, volendo si può anche ordinare in farmacia.

humana naturcare

Il Latte

Ricorrere al latte formulato si rivela necessario quando l’allattamento al seno non è sufficiente o possibile. Prima meglio chiedere in ogni caso un consiglio al pediatra di fiducia.

Ricordiamoci, però, che il latte materno è l’alimento ideale per il lattante: la stessa organizzazione Mondiale della Sanità lo raccomanda come alimento esclusivo fino al 6° mese di vita, e come fonte lattea durante lo svezzamento anche dopo l’anno.

Humana si impegna a supportare l’allattamento al seno, in quanto riconosce che il latte materno è l’alimento migliore per il lattante; quando consigliato dal pediatra, offre una gamma completa di latti formulati, per dare al bimbo ciò che gli occorre per iniziare al meglio la sua vita.

LATTE HUMANA 2: Il latte di proseguimento

Humana 2 è indicato nell’alimentazione del lattante dopo il 6° mese di vita compiuto fino all’anno di età salvo diversa indicazione del Pediatra.

Caratteristiche:
• Con GOS (galatto-oligosaccaridi), fibre alimentari prebiotiche
• Con ALA, acido α-linolenico, importante per lo sviluppo cerebrale e del tessuto nervoso
• Con VITAMINA D, che contribuisce al normale sviluppo di ossa e denti

LATTE HUMANA 3: Il latte di crescita

Humana 3 latte di crescita, è indicato nell’alimentazione del bambino dall’anno ai tre anni come complemento ed integrazione di una dieta giornaliera varia e bilanciata.

Caratteristiche
• Con Ferro, che contribuisce al normale sviluppo cognitivo
• Con VITAMINA D, che contribuisce al normale sviluppo di ossa e denti
• Con ALA, acido α-linolenico, importante per lo sviluppo cerebrale e del tessuto nervoso
• Con un equilibrato contenuto di proteine, bilanciato secondo il fabbisogno nutrizionale del bambino

#IlRitmoDiCrescita #HumanaNaturCARE

Scopri l’intera gamma qui: http://l12.eu/humana-1376-au/C172SG8MERQW14BEJMHX

parmareggio
News e Articoli

Il Parmigiano, Parmareggio e l’ABC della Merenda

BuzzooleCom’è cambiata la merenda dei bambini nel corso degli anni?

Non così tanto, se è vero che da piccolo ero ghiotto di parmigiano (svaligiavo letteralmente la dispensa della nonna) e ancora oggi questo è un alimento completo e insostituibile nella crescita dei pargoli.

In particolare, ultimamente mi sono dato al “rosicchiamento” del Parmareggio. Va detto che, da esperto di marketing, l’azienda reggiana già mi aveva comprato da tempo con i suoi spot che vedono protagonisti i topolini con la “EVVE”, divenuti in poco tempo memorabili e iconici.

Ma, con occhio clinico, sono anche uno che va subito a controllare il settore digital, ormai irrinunciabile per una strategia che si rispetti.

E quello che ho trovato mi ha soddisfatto.

Allora applausi a Parmareggio, che attenta ai piccoli consumatori, ha piazzato sul sito http://l12.eu/parmareggio-1339-au/07ZU5HM31KQW14BEJMHX un’intera sezione dedicata ai bambini, con giochi, fumetti, papertoys, suonerie e tante altre divertenti attività.

Tra queste la possibilità di scaricare giochi da tavolo legati alla promozione “A spasso nel Temporeggio” e un concorso “Canta con Parmareggio” nel quale i piccoli artisti possono diventare protagonisti cantando L’ABC della merenda Rap.

A proposito di “L’ABC della merenda”: ormai da qualche tempo al supermercato mi sono affezionato a questo prodotto di Parmareggio, e non solo io: in attesa che Adelaide metta i dentini, ci pensa la mamma a farselo fuori.

Non solo è buono e gustoso, ma ci sono pure 4 combinazioni diverse da provare.

 

Identikit di Parmareggio

Parmareggio è un’azienda che nasce nel 1983 a Montecavolo di Quattro Castella, tra le colline reggiane, nella zona d’origine del Parmigiano Reggiano, diventando in pochi anni leader mondiale nella produzione e commercializzazione del Parmigiano Reggiano.

La forte spinta all’innovazione e un’intensa attività di ricerca hanno permesso di sviluppare nuovi prodotti e soprattutto nuove occasioni di consumo del Parmigiano Reggiano.

Oggi Parmareggio, con la propria gamma di prodotti presenti nella totalità della Distribuzione Moderna, è un riferimento per il consumatore nel mercato del Parmigiano Reggiano.

parmareggio

 

Che cos’è l’ABC della merenda

Parmareggio ha studiato, avvalendosi della collaborazione e dell’esperienza del nutrizionista Dott. Giorgio Donegani, la merenda perfetta per i bambini e per le loro mamme perchè garantisce il corretto apporto di carboidrati, proteine e grassi, la giusta quantità di energia e nutrienti necessaria per sostenere le attività di studio, gioco e sport in modo naturale e senza appesantire.

L’ABC della merenda è un pratico KIT in cui si trovano riunite 3 componenti essenziali per un fuoripasto completo e nutriente: un prodotto a base di Parmigiano Reggiano (Parmareggio Snack, Formaggini Parmareggio o Parmareggio Snack Bio), grissini o frutta secca e un frullato 100% frutta.

L’apporto nutrizionale e calorico dell’ABC della merenda rispetta il corretto profilo nutrizionale del fuoripasto ideale: un bilanciamento tra carboidrati (50%), proteine (15%) e grassi (35%).

I primi garantiscono la giusta dose di energia per affrontare con la giusta carica lo studio o le attività sportive; le proteine sono essenziali per la formazione dei tessuti dell’organismo e per lo sviluppo osseo; i grassi, nella giusta quantità, oltre a dare energia, funzionano da trasportatori di vitamine.

L’ABC della merenda è infatti anche ricca di vitamine A e C e di sali minerali, tra i quali spicca il calcio, essenziale per la crescita delle ossa. L’ABC della merenda può stare fino a 4 ore fuori dal frigorifero e risulta pertanto ideale per essere portata nella borsa della mamma o nello zaino dei bambini come spuntino di metà mattina o merenda pomeridiana, a scuola, al parco o durante le attività sportive.

È possibile trovare l’ABC della merenda in tutti i supermercati, nel reparto merende/dessert per bambini del banco frigo.

Per approfondire le caratteristiche dell’ABC della merenda: http://l12.eu/parmareggio-1332-au/07ZU5HM31KQW14BEJMHX

vaccini roberto burioni
News e Articoli

Vaccini tra verità e bufale: intervista al medico Roberto Burioni

Vaccini, salute e prevenzione.

Tra verità e bufale, tra dati scientifici e timori, tre dei maggiori esperti in Italia si sono confrontati con le persone intervenute a Pietrasanta, nel contesto degli incontri de “La Versiliana” d’Inverno.

I medici sono Rino Rappuoli, eccellenza italiana in campo biotecnologico e membro della Royal Society of London for Improving Natural Knowledge; Alberto Villani, Presidente della Società Italiana di Pediatria e Direttore Pediatria Generale e Malattie Infettive dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, e infine Roberto Burioni, Professore Ordinario di Microbiologia e Virologia dell’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano (nonché personaggio social).

[L’intervista a Burioni è in fondo all’articolo]

Persone che hanno dedicato anni della loro vita a studiare e trovare cure per malattie pericolose, ad occuparsi sul campo di bambini e adulti malati e in gravissime condizioni, a lottare contro quelle che vengono definite senza mezzi termini “superstizioni” sui vaccini.

Vaccini: fiducia, timori, verità e dati

“Di biologicamente certo ci sono solo due cose: che si nasce e si muore” esordiscono i medici.

“Ricordiamoci che fino a 100 anni fa l’aspettativa media di vita era 50 anni e un terzo dei bambini moriva durante il primo anno di vita. I vaccini, assieme ad altri fattori come l’igiene, hanno contribuito allo stile di vita che abbiamo oggi e che spesso diamo per scontato”, aggiunge Villani.

In medicina non esiste (e non può esistere) qualcosa di sicuro al 100%, ma le buone pratiche si dimostrano praticamente sempre efficaci.

Ad esempio, se tutti si vaccinano automaticamente si protegge anche chi, per vari motivi, non è vaccinato.

“Il processo per registrare un vaccino dura quindici anni e si articola in tre fasi” spiega Rappuoli, “E la sperimentazione clinica sull’uomo dura circa 7/8 anni su soggetti volontari. I controlli sono strettissimi e gli eventi rari di problematiche si aggirano, a seconda del vaccino, tra 1 su 10.000 e 1 su 100.000”.

“Quello che posso dire è che non esistono vaccini con effetti collaterali gravi” conclude.

E su una cosa i tre luminari sono assolutamente concordi: chi sostiene che i vaccini non sono efficaci, deve produrre prove concrete e ufficiali.
Cosa che fino ad oggi, chiosano, non è mai accaduta.

vaccini versiliana burioni

 

Dottori vs. Cittadini: veniamoci incontro

“Uno scienziato, in una discussione, perderà sempre contro un fanatico”, ammettono Rappuoli, Burioni e Villani. “Lo scienziato deve avere dubbi, essere pronto a mettere in discussione anche il suo operato; un fanatico, invece, non si smuoverà mai dalla sua presunta verità assoluta”

“Qualunque siano le vostre posizioni, diffidate da chi ha certezze assolute: in medicina non esistono. Abbiate il coraggio di voler approfondire e capire”

Quello che la medicina deve imparare è un linguaggio più semplice e chiaro, e certo un tono più conciliante e meno perentorio, per sostenere le proprie ragioni.

Lasciando da parte le intrattabili derive “complottare”, la forza dei numeri scientifici e l’onestà nell’ammettere che tutti gli sforzi del mondo possono proteggere la stragrande maggioranza ma possono verificarsi rari casi sfortunati, è una buona base di partenza per un dialogo aperto.

D’altra parte le persone, anche quelle mosse da timori tangibili e magari comprensibili storie personali controverse alle spalle, non devono aver paura di confrontarsi e poter cambiare opinione.

Vaccini, dalle bufale a Facebook: parla Roberto Burioni, medico

Questo il video dell’intervista che mi ha concesso il dottor Roberto Burioni:

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__
News e Articoli

Chi sono i papà, veramente? Un sondaggio per raccontarlo

Chi sono i papà moderni?

Qual è la loro concezione della paternità, il ruolo di cui si sentono investiti maggiormente, le necessità che esprimono?

In un sondaggio online, che si trova sulle pagine de Il Sole 24 Ore, puoi partecipare a tracciare il nostro “identikit”.

Giocherellone, sportivo, distratto, mammo, coccolone, sergente di ferro, casalingo o ambizioso…

I papà oggi si declinano in mille tipologie diverse in un processo di cambiamento epocale che sta creando una nuova figura genitoriale.

Ma chi sono veramente i papà?

PianoC e Maam hanno lanciato una nuova campagna per scoprirlo, in collaborazione con Alley Oop, il blog multifirma del Sole 24 Ore dedicato alla diversity.

Il sondaggio (qui il link per compilarlo) resterà online fino al prossimo 19 febbraio 2017.

I risultati saranno poi resi noti in occasione della festa del papà il 19 marzo.

cartoon lego
News e Articoli

Su Sky un canale dedicato ai Cartoon LEGO

Arriva un canale tv dedicato ai Cartoon LEGO.

In occasione della nascita di un canale interamente dedicato alle serie targate LEGO “CARTOON NETWORK LEGO DAYS”, in onda dal 4 al 12 febbraio sul canale 608 di Sky, il Gruppo LEGO vuole sorprendere piccoli e grandi appassionati organizzando un evento a loro dedicato.

La festa prenderà vita a IL CENTRO, lo shopping mall di Arese, dalle 10.00 alle 20.00, tantissimi mattoncini aspettano costruttori di tutte le età e un coloratissimo spazio sarà suddiviso in diverse aree:

Da una parte bambini e ragazzi potranno costruire un intero schermo televisivo aiutandosi solamente con i mattoncini LEGO e tanta fantasia.

Giocando insieme, mattoncino dopo mattoncino, potranno vivere l’esperienza di partecipare a un vero e proprio building happening e avranno l’occasione di stupirsi di fronte al risultato: un incredibile mosaico ricco di tanti personaggi LEGO.

Appuntamento quindi il 3 e 4 febbraio ad Arese!

Dall’altra parte, come a ogni evento LEGO: via libera all’immaginazione! Una grande area sarà completamente dedicata al gioco libero e chiunque potrà ideare costruzioni di qualsiasi genere, dalle più semplici alle più incredibili.

Tanti mattoncini, sorprese e indimenticabili momenti di gioco per tutti.

All’insegna del motto “Only the best is good enough“, la società è fortemente impegnata nello sviluppo della creatività dei bambini e ha l’obiettivo di ispirare e sviluppare i costruttori del domani tramite il gioco e l’apprendimento.

Tutte le info sono disponibili all’indirizzo www.LEGO.com

News e Articoli

Mellin, “Liberi di Diventare Grandi” sulle note di Cat Stevens [VIDEO]

Come resistere ad uno spot che ha come colonna sonora Father & Son, una delle canzoni più belle della storia, cantata da Cat Stevens (allora, adesso Yusuf Islam)?

Mellin ha deciso di affidarsi a queste note per un “commercial” molto carino, firmato da Havas Worldwide Milan.

La figura del papà, maco a dirlo, l’unica volta che compare si dimostra incompetente!
Ok, ok, la didascalia dice che è… il primo cambio di pannolino. Lo perdoniamo!

Vediamo con gli occhi dei bambini quelli che sono i “primi” assaggi di alcune esperienze.
Con brevissime immagini lo spot ci fa viaggiare con la memoria, ripensando anche alle nostre prime volte da ex-bambini.

Missione riuscita quindi, e un plauso anche al claim “Liberi di diventare grandi”, che ricorda a noi genitori come sia importante lasciare che i piccoli facciano i loro piccoli “disastri” per trovare la propria strada e imparare e crescere.

Credits
Direzione creativa esecutiva: Giovanni Porro
Direttore creativo Art: Francesca Pratesi
Direttore creativo Copy: Alessandro Romano
Tv Producer: RoBerto Martelli
Casa di Produzione: Akita Off
Executive Producer: Davide Rizzi
Producer: Silvia Lo Cascio
Regia: Nadia de Paoli
Fotografia: Renato Alfarano
Post Produzione: Red Line
Montaggio: Roberto Maltagliati
Sound Track: Red Line

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__
favolananna
News e Articoli

Favolananna, da YouTube ai banchi di Scuola

Youtube, la più grande piattaforma di condivisione dei video online vive un periodo di grande fermento in cui alcuni importanti creator si interrogano sulla qualità dei contenuti e sul futuro dei loro canali.

Nel frattempo, in mezzo a vlog, challenge, prank, gameplay e chi più ne ha più ne metta, YouTube diventa l’inconsapevole strumento tecnologico con il quale alcune scuole elementari propongono nuove forme di insegnamento interattivo.

E’ accaduto con FAVOLANANNA, fiabe 2.0 scritte e interpretate dall’attrice-doppiatrice Emanuela Pacotto, che da YouTube arrivano sui banchi di scuola grazie a un gruppo di insegnanti che le ha scelte come nuovo strumento di insegnamento multimediale per potenziare le abilità di base del saper ascoltare, parlare, scrivere ed osservare dei propri alunni.

“Abbiamo scelto FAVOLANANNA, perché offre un modo nuovo, originale e multimediale di presentare una favola inserendosi perfettamente nei progetti digitali presenti anche nella nostra scuola.” spiegano Mariagrazia Petrino e Rossella Di Donato, insegnanti della classe seconda della scuola primaria dell’ I.C.”S. Pertini” di Martinsicuro (TE).

“I bambini possono immaginare e fantasticare sui personaggi, affascinati dalle mille voci che Emanuela interpreta nelle sue storie.”

“In ogni classe oggi sono presenti bambini BES, con bisogni educativi speciali, che necessitano di strategie diverse per poter acquisire abilità e competenze: le interpretazioni di Emanuela, catturano l’attenzione anche di questi bambini che, divertendosi, riescono a memorizzare la storia e il suo sviluppo.”

“Le molteplici novità di queste favole moderne, attente ai contenuti educativi, hanno entusiasmato i nostri alunni con i quali abbiamo avviato un percorso trasversale in tutte le discipline.”

Un’analoga esperienza è stata adottata da Ettore Moreddu, insegnante della Classe III A nella Scuola Primaria Furreddu di Nuoro.

Che sia l’inizio di un “nuovo corso” nella produzione di contenuti differenti da gameplay e vlog su YouTube?

Lo abbiamo chiesto direttamente a Emanuela Pacotto.

“Potrebbe essere un inizio, ma è troppo presto per dirlo con certezza assoluta. Certo è che per quanto fiduciosi, anche noi siamo rimasti piacevolmente stupiti del successo di visualizzazioni (superate le 100.000 views totali con i primi tre episodi – ndr).”

“Ma al di là dei numeri, la nostra più grande soddisfazione è aver ricevuto la notizia che FAVOLANANNA è stata adottata come strumento di insegnamento a scuola. E per questo non ci sono numeri che tengano…”

FAVOLANANNA è composta da 12 episodi con uscita mensile ogni 8 del mese.
In gennaio è stato pubblicato il terzo episodio intitolato “Decimo” e questo è il link al video:

Per contatti e approfondimenti:

FAVOLANANNA

www.favolananna.it
info@favolananna.it