All Posts By

Giacomo

auchan scuolafacendo
News e Articoli

Materiali didattici gratis, ecco Auchan Scuolafacendo: tutte le info

BuzzooleArriva anche il fantastico e rombante mondo di CARS 3 a sostenere la bella iniziativa di Auchan, Simply e Eni dal nome Scuolafacendo.

Di cosa si tratta? Di un’iniziativa speciale a sostegno delle scuole, per fornire gratuitamente materiali didattici, con l’obiettivo di favorire l’educazione dei bambini con nuove attrezzature e strumenti utili all’insegnamento.

Il progetto è aperto alle scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, pubbliche e paritarie.

Auchan Scuolafacendo: come partecipare

Per partecipare all’iniziativa Scuolafacendo, la scuola deve iscriversi, tramite l’Istituto Comprensivo di appartenenza.
Per tutte le info visita il sito: http://l12.eu/auchanscuolafacendo-1689-au/3YM0WQLRPBQW14BEJMHX

L’iscrizione dell’Istituto Comprensivo, gratuita e senza alcun impegno, può essere effettuata online dal Dirigente Scolastico dal 4 Giugno al 10 Dicembre 2017, utilizzando le credenziali (codice meccanografico e password) ricevute via email.

È necessario che il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo, in fase di iscrizione, abiliti anche i singoli Plessi che vorranno aderire all’iniziativa, altrimenti questi non potranno partecipare.

Nel caso in cui l’Istituto Comprensivo non avesse ancora ricevuto la password per iscriversi, il Dirigente Scolastico potrà rivolgersi al Call Center Scuolafacendo ai riferimenti disponibili nella sezione Contatti.

Auchan Scuolafacendo: Come ottenere i Codici Scuola

Fino al 19 Novembre 2017 tutte le famiglie potranno ottenere Codici Scuola facendo la spesa presso gli Ipermercati Auchan, i Supermercati Simply e rifornimento presso le Eni Station aderenti.

Ogni 15€ di spesa (scontrino unico, multipli inclusi) presso i punti vendita Auchan e Simply aderenti all’iniziativa e che espongono il materiale informativo, i clienti riceveranno una Speedycard riportante 1 Codice Scuola che vale 1 punto Scuola.

Inoltre potranno ottenere Codici Scuola aggiuntivi utilizzando i punti LaTua!Card: 750 punti = 1 Codice Scuola che vale 30 punti Scuola.

Con almeno 30€ di rifornimento (rifornimento unico, multipli esclusi) in modalità “Servito/Più Servito” presso le Eni Station aderenti, e presentando la carta fedeltà You&Eni o LaTua!Card, i clienti riceveranno uno scontrino con 1 Codice Scuola del valore di 2 punti Scuola.

Auchan Scuolafacendo: Come funzionano i Codici Scuola

I Codici Scuola andranno consegnati alla scuola imbucandoli nelle apposite urne, oppure potranno essere caricati alle scuole iscritte, su questo sito o utilizzando l’App “Scuolafacendo”.

Ciascun Plesso potrà caricare i Codici Scuola ottenuti, tramite sito, selezionando la propria scuola dalla mappa Scuole iscritte oppure mediante l’App “Scuolafacendo”.

Il termine ultimo per caricare i Codici Scuola ottenuti è domenica 31 dicembre 2017.

In base al numero di Codici Scuola caricati, ciascun Plesso potrà richiedere gratuitamente entro il 31 gennaio 2018 uno o più premi dal catalogo dedicato alle scuole.

Il catalogo sarà consultabile sia via app che online, ma la richiesta dei premi potrà avvenire solo dal sito http://l12.eu/auchanscuolafacendo-1689-au/3YM0WQLRPBQW14BEJMHX

La consegna dei premi alle scuole avverrà nel più breve possibile e sarà completamente gratuita.

#AuchanItalia

cewe foto
News e Articoli

Stampa e proteggi i ricordi più belli: occasioni imperdibili con Cewe

BuzzooleCome stampare e proteggere i propri ricordi per tutta la vita? La risposta arriva da Cewe: azienda leader tedesca nell’ambito dei fotoprodotti (fotolibri, stampa foto e articoli da regalo) sta rafforzando la sua immagine anche in Italia.

Prodotti ad alta personalizzazione, ideali per raccogliere le foto dei momenti speciali con la famiglia.

Cewe offre molteplici spunti creativi per la realizzazione di fotolibri di alta qualità ideali, ad esempio, per raccogliere le foto del primo anno di vita del bambino e altri momenti speciali come la sua nascita, il battesimo, i primi compleanni, e tutti i momenti indimenticabili vissuti in famiglia.

Inoltre, Cewe ti consente di personalizzare un ampio catalogo di oggettistica e idee regalo, ottime sia per adulti che per bambini.

Con Cewe è anche possibile realizzare tanti altri foto prodotti come i calendari, i fotoquadri e la stampa delle foto su carta fotografica e altri supporti di qualità professionale, tra cui la stampa su forex e alluminio.

Codici sconto al momento attivi sui prodotti Cewe

·       10CEWE17 – codice valido fino al 31 dicembre del 2017. Può essere applicato a qualunque acquisto senza alcun limite di spesa. Il suo valore è di 10 euro ed è utilizzabile per l’ordine di CFB, posters, foto, CEWE murals, Calendari, Cards, Gifts.

·       30CEWE17 – codice utilizzabile fino al 31 dicembre del 2017. Il suo valore è di 30 euro ed è valido solo per un ordine minimo di 150 euro e per l’acquisto di CFB, posters, foto e Cewe murals.

·       SHIPCEWE17 – codice promo valido fino al 31 dicembre. Può essere utilizzato per una spesa minima di 30 euro e per l’acquisto di CFB. L’applicazione di questo codice consente di godere della spedizione gratuita.

cewe foto Per saperne di più – http://l12.eu/cewe-1749-au/T7B0D6AJK1QW14BEJMHX

 

Giochi

Barbie scienziata: ecco il Kit per imparare divertendosi!

Camice bianco, occhialini protettivi e amore per la scienza: grazie a Giochi Uniti arriva finalmente in Italia Barbie Kit degli esperimenti.

Piccole e piccoli scienziati in erba sono in trepida attesa: Barbie scienziata è finalmente in arrivo con lo speciale Kit scientifico, protagonista grazie al quale chiunque potrà realizzare vestiti e modelli Dreamhouse apprendendo nozioni di materie scientifiche. E cosa c’è di più bello che imparare divertendosi?

La festa d’estate del club della protezione animali è tra poche ore. Aiuta Barbie e Nikki a prepararsi per il party e al contempo apprendere importanti abilità STEM (Science, Technology, Engineering, and Math).

Il manuale d’istruzione, completamente a colori e illustrato, presenta una storia che guida le nostre eroine attraverso sette differenti progetti di costruzione e vari esperimenti. Una vera e propria guida agli esperimenti con storie didattiche.

Partendo da una base di oltre 100 parti assemblabili, infatti, da una parte si potranno costruire un appendiabiti ruotante, una lavatrice, una scarpiera girevole, una serra, una piattaforma moda, un’amaca e una giostra portagioie.

Dall’altra gli amanti della moda potranno realizzare abiti con cromatografia, vestiti con illusioni ottiche e con fantasie floreali.

Barbie scienziata tra provette, capsule e un pizzico di stile, insegnerà le prime nozioni di biologia, chimica, fisica, ingegneria, arte e design.

Alla fine dei giochi, sarà la scienza a salvare la serata!

Sarà Giochi Uniti, grazie all’accordo con l’azienda multinazionale Kosmos a distribuire in Italia Barbie Kit degli esperimenti, appartenente a una linea di prodotti scientifici Barbie legata al filone STEM (science, technology, engineering, and mathematics).

Da sempre, infatti, Giochi Uniti, realtà consolidata nel settore dei giochi da tavolo, riconosce il valore educativo e formativo dell’attività ludica.

Particolare attenzione da parte di Giochi Uniti viene data alla linea scientifica, che ritiene essere una risorsa fondamentale per consentire ai più piccoli di appassionarsi al mondo del sapere senza perdere di vista la componente ludica che non può e non deve mancare nelle loro giornate.

 

Scheda tecnica:

Età: 6+

Prezzo al pubblico: 39,95 €

 

Per maggiori informazioni e approfondimenti: http://www.giochiuniti.it/

Facebook:

Giochi Uniti https://www.facebook.com/giochi.uniti?fref=ts

Giochi Uniti for kids https://www.facebook.com/giochiunitiforkids?fref=ts

 

Giochi

Arriva il film di LEGO NinjaGo: ecco i playset imperdibili

Sono arrivati in Italia, anticipando la visione nelle sale della pellicola, i nuovi set di costruzioni tratti dalle scene del film LEGO NINJAGO Movie. Il film è stato realizzato in partnership tra Warner Bros. Pictures, Warner Animation Group e LEGO Systems A/S, e sarà visibile al pubblico italiano dal 12 Ottobre 2017 in 2D e 3D.

Costruttori di tutte le età, dai più piccoli ai fan adulti, avranno modo di divertirsi con i 16 playset pensati per loro: dai bimbi più piccoli amanti di LEGO Junior Ninjago Movie, ai “ninja” più grandi, tra i 6 e i 12 anni a cui è dedicata l’intera linea LEGO Ninjago Movie, fino a set più complessi e collezionabili, ideati per il mondo dei fan LEGO, e a una serie di Minifigures dedicata al film. Tutti potranno ricreare le scene più iconiche o giocare con la creatività.

LEGO Ninjago ha catturato la fantasia dei bambini di tutto il mondo per molti anni grazie ai set e in seguito ai cartoni animati. È la storia di un successo LEGO nato nel 2011 e che continua negli anni. Il favoloso ed elettrizzante film realizzato con Warner Bros. Pictures dà lo spunto per nuovi set che sapranno catturare l’attenzione di tutti.

La storia di Ninjago è di fantasia e nasce nel lontano Oriente. È l’avventura di quattro ragazzi, una ragazza e un robot che, grazie all’aiuto del maestro Sensei Wu, scoprono di avere ognuno dei poteri che devono controllare, allenare e scatenare per combattere i nemici. Ogni Ninja ha un potere diverso che si ricollega agli elementi: acqua, terra, fuoco, ghiaccio, luce ed energia.

È una storia di amicizia, di lavoro in squadra, di tradizione, di valori, di lotta contro le proprie stesse origini.

Rimanda a qualità in cui i bambini possono riconoscersi, è ricca di insegnamenti, di lotta tra bene e male ma soprattutto di amicizia, che nel mondo di Ninjago non viene mai a mancare.

Si parte dalle basi con l’Addestramento Spinjitzu 70606, il set per allenarsi con gli eroi ninja al dojo, per poi unirsi a Lloyd Garmadon, Nya e all’agente Toque per impedire allo squalo rapinatore di derubare il venditore di street food in Inseguimento a Ninjago City 70607.

Attenzione alle Cascate del maestro 70608… bisogna tenersi pronti per un’epica resa dei conti tra il Maestro Wu e il malvagio Garmadon sul ponte della giungla!

E ancora le avventure continuano con il Bomber Manta Ray 70609: Cole deve salvare Shen-Li con il fantastico Bombardiere… ci riuscirà?

Non manca certo l’adrenalina nel Sottomarino Flying Jelly 70610, la medusa volante dell’esercito degli squali ha attaccato la barca di Takuma e i suoi tentacoli potrebbero uccidere Jay. Non bisogna dimenticarsi poi di pattugliare i canali e la baia di NINJAGO City con l’incredibile Idropattinatore 70611 Strider acquatico di Nya e di cavalcare il Drago Mech ninja verde 70612 combattendo contro il padre malvagio del Ninja verde, Garmadon! Chi vincerà questo epico duello tra padre e figlio?

E per chi ha ancora voglia di avventura non può mancare Garmadon Squalo Mech 70613: occorre l’aiuto di Lloyd per salvare Pat dall’enorme Garma Mech di Garmadon. Attenzione però!

Ed ed Edna sono minacciati dall’esercito degli squali …riusciranno a salvarsi con l’incredibile Jet-fulmine 70614?

Ancora non è finita, a Ninjago City non c’è un attimo da perdere: Patty Keys e Torben sono sotto assedio dell’esercito degli squali, occorre intervenire con l’incredibile Ghiacciarmato 70616 di Zane.

Il Tempio delle Armi Finali 70617 custodisce l’Ultra-Arma e bisogna unirsi agli eroi ninja per cercarla ma attenzione: al suo interno è pieno di trappole.

Non perderti un viaggio con Kai, Lloyd, Zane, Nya, Jay e Cole per l’addestramento ninja a bordo dell’enorme nave volante di Wu, il Vascello del Destino 70618 e la battaglia contro l’esercito degli squali con l’iconico Mech di Fuoco 70615!

Per una visione totale ed emozionante del mondo di Ninjago vi attende LEGO NinjaGo City, destinato a un pubblico di estimatori, collezionisti e grandi fan di Ninjago. Un set incredibile che riproduce fedelmente ogni dettaglio: il tradizionale mercato del pesce, i c ittadini, il ponte, la barca… ogni cosa è perfetta a Ninjago City.

Non possono mancare alla collezione di set LEGO Nlnjago le nuovissime Minifigures collezionabili The LEGO Ninjago Movie, una chicca assoluta da non perdere per poter rivivere tutte le scene del film.

L’ambientazione epica del film LEGO Ninjago, la storia ricca di eventi e particolari, il cast unico e i mille particolari hanno permesso di ricreare, con i mattoncini, un mondo di infinite possibilità di costruzione. E moltissime altre attendono chi giocherà con fantasia e immaginazione, rendendo il mondo di Ninjago ancora più ricco.

bambini e neonati al mare
Professione Babbo

Bambini al Mare: Regole e Consigli

Quando, come e perché portare i bambini al mare, a godere del sole e della spiaggia?

Ho la fortuna di abitare praticamente in riva al mare, in Versilia, e mi bastano pochi minuti in bicicletta o in auto per mettere i piedi nella sabbia.

Non potevo quindi privare Adelaide, fin dai primi mesi, della gioia di giocare in riva al mare e di fare il bagnetto. Nata a dicembre, aveva già sei mesi quando ha avuto il suo “battesimo dell’acqua”.

Vediamo insieme quali sono le indicazioni per vivere in sicurezza la gioia del mare e della spiaggia assieme ai nostri bambini, fin dalla più tenera età.

Perché portare i bambini al mare (anche neonati)

Buoni motivi per portare i bambini, anche neonati, al mare?
Ce ne sono diversi. Eccone alcuni.

L’aria di mare fa bene – Non è un luogo comune di quelli che “lo dice la nonna ma chissà se è vero”. L’aria di mare fa davvero bene ai bambini, è un aerosol naturale: iodio, magnesio, potassio e sali minerali sono lì che aspettano.

L’aria marina, più pesante, rende la respirazione più profonda e quindi favorisce una migliore ossigenazione del sangue.

Si purificano le vie respiratorie e si stimola il sistema immunitario. Anche i neonati ne possono beneficiare, soprattutto in vista dei mesi invernali.

 

Il sole è vita – Anche se tuo figlio non è arrivato dal pianeta Krypton come Superman, trae forza dal Sole: la luce solare fa bene all’umore, alla crescita e al sonno.

La luce del sole fa bene alle ossa (produzione di vitamina D) e anche alla pelle, naturalmente quando è debitamente protetta dalla crema ed esposta per un tempo ragionevole!

 

Esperienze che fanno crescere – La sabbia che scorre tra le dita, la sabbia bagnata dove scavare buche, i sassi e il legno, le onde che vanno e vengono… la spiaggia è un vero laboratorio a cielo aperto per il bambino.

Il contatto con questo ambiente naturale stimola la fantasia e l’apprendimento senza fatica e offre a noi genitori milioni di spunti per giochi e passatempi educativi.

Se hai un neonato, niente di meglio del suono delle onde per conciliare il sonno.

 

A che età portare i bambini al mare

A quanti mesi si può portare al mare un neonato?

Si può andare al mare con un bambino poco più che neonato?

Domande che chi è diventato genitore da poco tempo e si trova l’estate e le vacanze alle porte naturalmente si pone.

La risposta è che si possono portare in spiaggia anche i bambini molto piccoli: naturalmente bisogna essere super-prudenti e attenti.

La pelle dei bambini è delicatissima e la temperatura corporea ancora non si auto-regola.

 

A che ora portare i neonati e i bambini al mare. Orari consigliati

Prima regola evitare le ore centrali della giornata, quando il sole “picchia forte”.

La mattina presto (prima delle 10:00) e il tardo pomeriggio (dopo le 18:00) sono le fasce orarie migliori per i più piccini.

Tra il primo e il terzo anno di età meglio evitare gli orari dalle 11:00 alle 16:00.

I neonati in particolare hanno una cute molto sensibile, quindi è tassativo non metterli mai sotto la luce diretta del sole.

Spalmare la crema solare su tutto il corpo del piccolo alcuni minuti prima di andare in spiaggia è obbligatorio.

Una crema SPF 50+ è indicata per i neonati, e almeno fino ai 3 anni di età è meglio non scendere sotto la protezione 50.

Ben venga piazzare i neonati sotto l’ombrellone, o dentro la carrozzina ben equipaggiata con tendina e/o zanzariera.

Ricorda che il sole batte forte anche quando il cielo sembra nuvoloso e attraverso la tela degli ombrelloni.
Perciò, occhio! Le insolazioni non sono per niente piacevoli.

Come vestire i bambini al mare: stile balneare a go-go

Sicurezza innanzitutto anche in fatto di stile: magliette e mutandine leggeri ed in fibra naturale per i piccolissimi e custumini adatti per i più grandi.

Colore consigliato: bianco, per riflettere un po’ i raggi solari.

Anche il cappellino è un obbligo: la testolina del piccolo deve essere sempre ben riparata dalla luce del sole, senza contare che lo aiuta a guardare meglio in giro, dato che i suoi occhi sono molto sensibili.

Il costume, da mettere non appena è possibile, aiuta ad evitare il contatto diretto con la sabbia e quindi possibili irritazioni o infezioni batteriche.

Si può tenere il pannolino? Certo, ed esistono anche quelli appositamente studiati per il bagnetto, resistenti all’acqua.

Comunque sia, se il piccolo dà segni di insofferenza e si trova in un posto sicuro, steso e seduto su un telo pulito, si può togliere.

Attenzione inoltre a proteggete i piedini con delle scarpe, sia sulla sabbia, dove non si è sicuri dell’igiene, sia in luoghi come bar e stabilimenti balneari dove cammina tanta gente. Meglio non rischiare infezioni.

Cosa far mangiare ai bambini al mare

Capitolo alimentazione: importante che i piccoli siano sempre idratati e in forze grazie a vitamine e sali minerali.

Acqua, frutta e verdura non devono mancare mai.

Se il piccolo viene allattato è molto facile provvedere a questo bisogno (e ad essere tanto idratata deve essere la mamma!); se ha iniziato lo svezzamento meglio avere sempre a portata di mano il suo bicchierino con l’acqua da alternare al seno.

Via via che diventano grandi, i bambini hanno sempre più bisogno di acqua, specialmente quando fanno grandi corse e lunghi giochi. Ricordagli di bere spesso… e ricorda di farlo anche tu.

Fino ad almeno i due anni, per i pranzi, si porta la minestrina pronta dentro un contenitore termico, già condita con olio extravergine e formaggio grana.

Dai due anni in su si può iniziare a mangiare insieme le stesse cose, con grande e sicura soddisfazione del piccoletto che si sentirà “grande” 🙂

Per i più grandicelli quindi, che sicuramente non stanno mai fermi e consumano molta energia, si possono portare insalate di riso o pasta fredda.

Nell’insalata di riso, che però può essere anche di farro o orzo (a me piacciono!) ci si può sbizzarrire con tonno, mozzarella, uova sode, prosciutto cotto a dadini, zucchine, melanzane…

Piatti semplici da preparare ma gustosi: la pasta (fusilli o farfalle) può essere condita con pomodorini, tonno e olive. Niente maionese o altre salese, solo un filo d’olio, mi raccomando!

Consigliatissimo poi portarsi dei piccoli contenitori con frutta o verdura fresca, di stagione, tagliate a pezzettini. Un break naturale ogni volta che il piccolo avrà fame o sarà stanco.

Ricorda: i succhi di frutta non sostituiscono affatto la frutta, a meno che non siano dei centrifugati che hai fatto in casa con la frutta fresca.

Perché non pensare a una bella fetta di anguria?

O, se hai voglia, a un bel thermos con spremuta d’arancia o un centrifugato di frutta e/o verdura, che è il top per darsi energia durante la giornata in spiaggia!

 

Neonati e bagno in mare, la prima volta

Una volta al mare il pensiero va subito ad una delle esperienza più belle, quella del primo bagnetto tra le onde.

Il top sarebbe moderare “l’impatto” con il mare facendo prima qualche immersione in piscina. Questo per tastare il polso della situazione e non vedere reazioni negative da parte del piccolo in questo momenti tanto atteso!

Comunque attenzione: non pensiamo mai che il metro con cui misuriamo le cose noi adulti sia lo stesso dei piccoli. Il divertimento deve essere soprattutto il loro, e non deve essere assolutamente una forzatura.

La temperatura dell’acqua marina spesso risulta fredda e potrebbe infastidire il bambino.

Dobbiamo sempre tenerlo girato verso di noi: la vista dei genitori è un toccasana per rassicurare il cucciolo. Con le mani sotto le ascelle e i pollici pronti ad evitare movimenti bruschi della testolina, siamo pronti a farlo “nuotare”.

Prima di entrare in mare, però, è meglio giocare qualche minuto sulla riva, far entrare il bambino “in sintonia” con le onde bagnandolo gradualmente, prima i piedini poi le gambe e così via, sempre tra le nostre braccia.

Se il piccolo è sereno, e l’acqua salata non gli provoca irritazioni, allora è il momento di immergersi gradualmente.

Meglio non esagerare con il bagnetto: 10-15 minuti sono abbastanza, la pelle del bimbo è delicata e il sale marino può dare fastidio. Usciti dall’acqua, una bella doccia e una accurata asciugatura, soprattutto sulla testolina, e il cambio del costumino.

Attorno ai 6 mesi, se il piccolo dimostra di gradire, si può usare un salvagente con mutandina, mentre verso l’anno di età si può passare ai braccioli.

Come comportarsi con i bambini al mare

Le buone regole le sappiamo, adesso.

Rimane la cosa più importante: far vivere nel modo migliore l’esperienza del mare ai bambini.

Non vanno forzati, non vanno “indirizzati”: devono essere liberi di esplorare e capire.

Gioca con loro attivamente, non lasciarli soli (anche se li controlli con lo sguardo: sono due cose diverse). Guarda e ascolta con loro la spiaggia e le sue caratteristiche, meravigliandoti come se fosse la prima volta che la vedi.

Diamo il buon esempio e seguiamo le nostre stesse regole. Quando si tratta di spazi, volumi, cose da (non) fare… siamo sempre noi i primi a doverle rispettare per farle comprendere meglio.

E adesso, tutti al mare!

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__

 

lego national geographic jungle
Giochi

LEGO e National Geographic portano i bambini… nella giungla

National Geographic Kids e LEGO City: è in arrivo una partnership speciale pensata per ispirare i bambini a esplorare, scoprire e conoscere la giungla e l’importanza della sua preservazione.

L’esploratore di National Geographic, Andres Ruzo, noto per il lavoro di sensibilizzazione scientifica e l’esplorazione del “Fiume Bollente” in Amazzonia, è a capo del progetto ed è entusiasta di condividere l’importanza di questi habitat con i futuri “giovani esploratori”.

Grazie ai mattoncini, ai veicoli e alle mini-figure LEGO City Jungle, Ruzo ha creato un modo divertente per mostrare quanto sia incredibile l’habitat della giungla, aiutando così i bambini a conoscerne meglio la diversità, le specie vegetali e gli animali incredibili oltre che a capirne l’importanza della preservazione per il futuro.

Ruzo sostiene: “Tra tutte le mie spedizioni per la Foresta Amazzonica, questa è stata certamente quella che non avrei mai voluto perdere all’età di nove anni! “

Il designer Andrew Butler Coghill di LEGO City, che ha preso parte allo sviluppo dei nuovi modelli della giungla, commenta: “I bambini sono i nostri modelli principali e invitarli a prendere parte a un’avventura LEGO nella giungla è un ottimo modo per ispirarli a conoscere meglio le vere giungle.”

Un Concorso per famiglie: si vola in Costa Rica

Nell’ambito dell’iniziativa, LEGO City & National Geographic Kids hanno lanciato un nuovo emozionante concorso-progetto per vincere un viaggio per tutta la famiglia nella giungla della Costa Rica nell’America Centrale con National Geographic Expedition.

La famiglia di vincitori esplorerà le cime degli alberi, i paesaggi vulcanici del canyon del Rio Blanco e le foreste tropicali circondate da una fauna selvatica meravigliosa, visiterà un centro di soccorso di felini selvatici per incontrare i gattopardi americani rimasti orfani, cenerà in una casa sugli alberi e potrà conoscere la vera vita della giungla.

Il concorso-progetto è aperto ai partecipanti di età compresa tra i 6 e i 16 anni, nei seguenti Paesi: Stati Uniti, Regno Unito, Benelux, Germania, Italia, Spagna, Francia, Svezia, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Romania & Russia.

Per provare a vincere, i candidati dovranno immaginare cosa potrebbero scoprire nel profondo della giungla dopo di che dovranno disegnarla o costruirla con i mattoncini LEGO.

Il concorso-progetto sarà valido fino al 30 Novembre 2017.

Per ulteriori dettagli e per iscriversi, visitare: www.LEGO.it/jungle.

Inserti speciali e sfide online

In Italia, nelle uscite di Luglio di National Geographic Magazine e Agosto di National Geographic Kids ci sarà un inserto speciale a tema “giungla” creato in collaborazione con LEGO. Il “Manuale dell’Esploratore” potrà intrattenere i bambini con tante curiosità (cosa mettere nello zaino o come lottare contro un caimano in caso di emergenza) e attività divertenti.

Il manuale sarà anche disponibile nei migliori negozi di giocattoli e nei LEGO Stores come copie gratuite.

Ai contenuti di NGK si unisce nel mese di Luglio una fortissima campagna marketing di LEGO che vedrà il tema di City Jungle protagonista di spot TV e cartoni animati, una campagna digital a target sia Kids che Adulti e tanti contenuti divertenti per le pagine social di LEGO.

Sulla nuova piattaforma LEGO Life i bambini avranno la possibilità di partecipare a delle sfide “pazzesche” nella sezione City Jungle: a Luglio costruiranno “I veicoli più adatti per attraversare la giungla” mentre ad Agosto saranno chiamati a pubblicare le foto dei “Veicoli della Giungla in vacanza con noi”.

È inoltre possibile esplorare la giungla online con LEGO City e National Geographic Kids.

I bambini possono prendere parte alla spedizione su LEGO.com/jungle e scoprire fatti, attività, video divertenti e dal 24 luglio, sarà disponibile un hub dedicato alla giungla (www.natgeokids.com/jungle) del National Geographic Kids, pieno di fatti e attività divertenti in merito.

Inoltre, sarà possibile vedere i video della giungla seguendo Andrés Ruzo e i suoi compagni LEGO attraverso l’Amazzonia per un’avventura e scoperta educative e coinvolgenti. Visitate www.LEGO.com/jungle dal 1° luglio.

Per ulteriori informazioni visitate www.LEGO.com/jungle già on-line, e www.natgeokids.com/jungle  dal 24 luglio 2017.

Iscriviti alla Pagina Facebook: http://bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook: http://bit.ly/bigbabbogruppo

 

Giochi

LEGO Life, un social sicuro e creativo per i bambini

Il Gruppo LEGO ha annunciato il lancio italiano di LEGO Life, l’esperienza social sicura destinata a tutti i bambini di età inferiore ai 13 anni.

L’app innovativa permette ai giovani costruttori LEGO di tutto il mondo di collegarsi con una comunità di coetanei, di esprimere la propria creatività, di condividere le proprie creazioni in mattoncini, di interagire con alcuni dei personaggi LEGO e di ispirarsi reciprocamente, proseguendo quella che è da sempre la mission del Gruppo LEGO: ispirare i costruttori del domani!

Da inizio 2017 ad oggi l’app è stata lanciata negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia, Germania, Danimarca, Austria, Svizzera e Italia e nel 2018 raggiungerà molti altri mercati, facendo crescere una comunità sempre più numerosa e internazionale e ampliando le esperienze ludiche digitali per i bambini.

“Il Gruppo LEGO mira a sviluppare esperienze digitali che completino e accrescano il gioco LEGO,” afferma Rob Lowe, direttore di LEGO Life. “LEGO Life offre una piattaforma che amplifica la gioia di costruire e permette di mostrare, attraverso il mondo digitale e in modo sicuro, le proprie creazioni ottenute con il mattoncino fisico, inoltre i bambini e i ragazzi potranno dare libero sfogo alla creatività su scala più ampia.”

LEGO Life aumenta la Socialità e la Personalizzazione del Gioco LEGO

LEGO Life permette ai bambini di coniugare le esperienze di gioco digitale e quelle fisiche, apportando innovazioni alle attuali caratteristiche dei social network.

Dopo aver osservato milioni di bambini condividere le loro creazioni sulla rivista del Club Magazine LEGO nella sezione “Cool Creations” e utilizzare le bacheche LEGO.com per condividere le storie e le foto delle proprie creazioni LEGO, il passo naturale successivo nell’evoluzione della comunità LEGO è stato creare una piattaforma social più dinamica e ricca, quale è LEGO Life.

“LEGO Life è una piattaforma dove i bambini e i ragazzi possono mostrare le proprie creazioni in mattoncini e le loro storie ottenendo così la visibilità che meritano,” aggiunge Lowe.

L’app LEGO Life consente ai bambini di personalizzare la propria esperienza di gioco attraverso l’interazione diretta con i loro personaggi LEGO preferiti, la creazione di un proprio personaggio LEGO in 3D, contenuti esclusivi come sfide, quiz e tante idee per la costruzione.

L’app introduce una tastiera Emoji LEGO con la quale i bambini e i ragazzi possono commentare le loro creazioni e quelle condivise dagli altri utenti del social network.

“I mattoncini LEGO sono già un linguaggio visivo mondiale che i bambini comprendono e usano per esprimersi,” afferma Lowe. “La tastiera Emoji LEGO fa un ulteriore passo in avanti. Questo tipo di tastiera con emoticon, con l’aggiunta di adesivi e frasi già scritte, permette ai bambini di utilizzare l’app LEGO Life in modo sicuro mantenendo la conversazione semplice, universale, positiva e divertente.”

Da una ricerca mondiale riguardante lo sviluppo di LEGO Life, il 90% dei bambini è risultato essere ben informato sulle emoji e sul loro utilizzo.

Chiedendo ai bambini se utilizzano icone emoji, circa il 40% di loro risponde di “sì.” La veste LEGO mira a rendere più facile la comprensione delle emoticon, aiutando i bambini e i ragazzi a supportarsi anche se le capacità di scrittura sono ancora limitate.

LEGO® Life è una Fonte d’Ispirazione in costante Crescita

Come i più comuni social media, l’app LEGO Life offre una sezione notizie personalizzata in base alle preferenze degli utenti. L’app incoraggia i bambini e i ragazzi a identificare e “seguire” topic di loro interesse in modo tale che il feed sia popolato di immagini, sfide e altro ancora. Per esempio, i bambini possono scegliere di seguire gruppi dedicati agli animali, ai veicoli, ai supereroi e a tutti i temi LEGO di loro interesse.

LEGO Life è fonte continua di ispirazione per la costruzione. I LEGO Master Builder condivideranno le proprie creazioni e incoraggeranno la costruzione e la condivisione delle creazioni.

Anche personaggi come Sensei Wu di LEGO Ninjago, Emma di LEGO Friends e LEGO Batman daranno origine a nuove idee per la costruzione e compariranno nell’app per commentare le creazioni dei “giovani Master Builder”.

L’attuale versione di LEGO Life non è che l’inizio. Nuove caratteristiche saranno continuamente aggiunte all’app.

La rete di LEGO Life si espanderà e crescerà naturalmente, anche grazie agli utenti stessi che troveranno altri modi per personalizzare la propria esperienza LEGO, vincendo sfide o inventando le loro costruzioni in mattoncini.

L’app LEGO Life è Sicura

LEGO Life è un’esperienza social sicura per i bambini. L’app è stata studiata per essere la prima social experience, gli utenti vengono presi per mano e introdotti ad alcuni concetti fondamentali di un social network, il tutto attraverso i valori associati al brand LEGO.

Nessuna Informazione personale

LEGO Life impedisce ai bambini di condividere informazioni personali, immagini o qualsiasi cosa che potrebbe rendere possibile la loro identificazione o localizzazione.

Quando un utente apre un account, gli viene attribuito un nome utente creato random tramite un generatore di nomi che combina tre parole casuali (titolo, nome e aggettivo), per esempio “Capitan Granchio Rosso” o “Signor Presidente Delfino.”

Le immagini del profilo non potranno essere foto reali in LEGO Life, gli utenti potranno creare il proprio personaggio LEGO o avatar,b personalizzando interamente la minifigure o la minidoll LEGO che preferiscono, scegliendo l’abbigliamento, i capelli, gli accessori e altro ancora.

Contenuto moderato

Tutti i contenuti e i commenti all’interno di LEGO Life sono monitorati dai dipendenti LEGO, che hanno una formazione specifica, e garantiscono, tramite la moderazione, l’appropriatezza e l’idoneità dei contenuti ai bambini.

Tutti i moderatori effettuano una formazione sul brand e sulla sicurezza dei bambini. L’uso della tastiera emoji sostituisce del tutto la tastiera basata sul testo quando si commentano i contenuti generati dagli altri utenti.

Tutti i commenti saranno strettamente controllati e sottoposti a pre-moderazione, per bloccare eventuali commenti non appropriati, mentre i commenti creati con l’esclusivo utilizzo di emoji saranno post-moderati; mantenendo così la conversazione semplice, universale, positiva e divertente.

Adesione al LEGO Safety Pledge e alle normative UNICEF

LEGO Safety Pledge è un metodo adottato dai genitori per parlare con i propri figli di sicurezza digitale, responsabilizzandoli sulle regole di base relative al comportamento social online e alle regole per attenersi a un corretto comportamento sulla piattaforma LEGO Life. Inoltre, LEGO Group ha una partnership in corso con UNICEF e ha ricevuto indicazioni su come garantire la sicurezza dei bambini con lo sviluppo di LEGO Life. UNICEF e LEGO Group hanno sviluppato, per la prima volta nel settore, una politica sulla sicurezza digitale per i bambini in modo da proteggere le esperienze di gioco online dei minori.

L’app LEGO Life può essere scaricata gratuitamente a partire da oggi sull’App Store dei dispositivi iOS e su Google Play dei dispositivi Android.

Per ulteriori informazioni: www.lego.it/life

distrabella
Libri

Distrabella e il draghetto Rossello, due… non-modelli che piacciono

A un mese dalla sua uscita è grande successo per Distrabella, la protagonista del racconto per bambini “Distrabella e il draghetto Rossello”, che ha conquistato il patrocinio morale dell’Unicef.

Qual è il segreto di questo attualissimo libro per bambini?

La novità del libro, pubblicato dalla Caravaggio Editore, è che per la prima volta un’esperta educatrice, Claudia Gattella, si mette in gioco, bypassando i filoni oggi in voga nella letteratura per l’infanzia, creando un libro che si rifiuta di educare i bambini e che, al contrario, lancia delle allusioni di dissenso al mondo adulto.

Distrabella piace così tanto ai bambini perché questo personaggio non vuole rappresentare un modello educativo preconfezionato.

Acquista su Amazon.it

Il libro infatti non intende aiutare i genitori a rendere i propri figli più obbedienti e pronti a fare la nanna senza storie, piuttosto che mangiare broccoli e carote senza emettere lamento. Niente di tutto questo.

Tratta invece la rappresentazione di bambini e adulti, così come sono in questo momento storico.

Distrabella è una bambina assolutamente “normale” e, per questo, eccezionale

distrabella

Apparentemente distratta, fa tante cose assieme senza farne “bene” nessuna agli occhi degli adulti; provoca la mamma essenzialmente per farsi notare mentre lei è presa dal suo cellulare; ama essere autonoma nelle sue scelte quando non è ascoltata.

E proprio per questo tutti i bimbi amano immedesimarsi in lei o nel draghetto Rossello, che invece simboleggia il “diverso”, a rappresentazione delle emozioni che provano sia i bambini con disabilità, che i bambini migranti di oggi: persi, forti e teneri al tempo stesso, impauriti ma desiderosi di fare amicizia laddove tutto gli è poco familiare.

Distrabella riesce a dare voce al linguaggio universale dei bambini, quello dell’accoglienza e dell’amicizia senza pregiudizi.

Anche le illustrazioni del libro, interamente fatte a mano, si pongono in netto contrasto con quel filone illustrativo minimalista che troviamo frequentemente in libreria, di certo non per scelta dei bambini quanto più per preferenza degli adulti che, spesso senza sapere cosa davvero interessi i più piccoli, decidono cosa sia “congruo” e cosa non lo sia.

Al tempo stesso si discostano anche da quegli stili che volutamente scimmiottano i disegni dei bimbi.

Le illustrazioni di “Distrabella” sono semplici ma cariche di colori, forme, dettagli che i bambini amano guardare, leggere e commentare assieme ai propri genitori, un approccio che le prime presentazioni hanno confermato come vincente.

Altro aspetto che sta emergendo in occasione dei numerosi incontri in giro per l’Italia è la voglia di “drammatizzazione” dei bambini.

Le fiabe classiche di Andersen, Grimm o Perrault da sempre sono state oggetto di immedesimazione da parte dei bimbi, mentre, da qualche decennio, i nuovi personaggi, senza la trasposizione in film di animazione, rimangono per lo più confinati tra le pagine dei libri.

Con “Distrabella e il draghetto Rossello” sta succedendo qualcosa di nuovo

La lettura viene accompagnata dal travestimento in Distrabella e da una serie di oggetti, come la scatola misteriosa, la marionetta del draghetto, ecc., che permettono ai bambini di entrare in prima persona nella storia.

distrabella

Si creano così interessanti giochi di ruolo e si continua l’immersione nel libro tramite disegni e attività grafico pittoriche.

Claudia Gattella, l’autrice, e Michela Pollutri, l’illustratrice, hanno trasformato così una normale lettura ad alta voce in un laboratorio sperimentale di lettura, teatro e pittura, ispirato ai metodi di “Nati per Leggere” e alle pratiche educative di Malaguzzi e Munari.

Una vera e propria innovazione che trasforma un libro per bambini in qualcosa di molto più coinvolgente, che tocca le corde dell’empatia e della relazione tra grandi e piccoli, e che per questo ha conquistato il patrocinio morale dell’Unicef.

“Distrabella e il draghetto Rossello” sarà al Salone Internazionale del Libro di Torino dal 18 al 22 Maggio, presso lo stand della Caravaggio Editore; i bambini potranno anche prendere parte a uno speciale Laboratorio multi sensoriale che avrà luogo il 21 maggio alle ore 15:30 presso il Bookstock village.

Per capirne di più consigliamo di visitare il sito internet ufficiale di Distrabella www.distrabella.it

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__

 

News e Articoli

Antea, Cure Palliative accessibili

BuzzooleL’Associazione Antea è una Onlus che nasce a Roma nel 1987 per garantire assistenza gratuita a domicilio ai pazienti in fase avanzata di malattia.

Dal 2000, grazie all’hospice Antea, oggi dotato di 25 stanze singole fornite di ogni comfort, è in grado di assistere i pazienti più fragili, le cui problematiche sociali ed abitative sono tali da rendere impossibile l’assistenza a domicilio.

L’assistenza Antea è basata sulle Cure Palliative, un approccio che comprende non solo assistenza medico-infermieristica, ma anche supporto psicologico, riabilitativo, sociale, spirituale e legale al fine di garantire la migliore qualità di vita possibile al paziente ed alla sua famiglia.

Grazie ai fondi raccolti da Antea Associazione Onlus e alla collaborazione della Regione Lazio e dell’ASL RME, i servizi offerti dall’U.O.C.P Antea sono totalmente gratuiti.

Le donazioni del 5×1000 possono essere effettuabili con il codice fiscale di ANTEA: 97055570580.

“Abbiamo scelto di donare tutto il nostro tempo a chi di tempo non ne ha più.
Abbiamo scelto di farlo al meglio per offrire qualità a chi si sentiva abbandonato.
E, ultimo ma non ultimo, abbiamo scelto di farlo sorridendo perché se le Cure Palliative vanno intese come approccio olistico e non pura e semplice terapia farmacologica, questo è quel qualcosa in più che Antea ha deciso di dare”

L’attività dell’Antea

. L’accesso alle Cure Palliative è un diritto umano inviolabile che deve essere garantito ovunque si trovi la persona malata ed a prescindere dalla sua condizione sociale ed economica;
. La sofferenza e l’abbandono non devono cancellare la dignità della persona;
. I pazienti in fase avanzata di malattia sono persone con qualcosa di unico da condividere.

Antea svolge la sua attività a domicilio, presso l’hospice del Centro Antea e attraverso il Centro di telemedicina, con un’assistenza garantita 24 ore su 24 da personale altamente qualificato.

Nel 2015 l’équipe Antea è composta da 15 medici, 28 infermieri, 14 operatori socio sanitari, 2 ausiliari, 2 psicologi, 1 assistente sociale, 3 fisioterapisti, 1 assistente spirituale, 2 terapisti occupazionali e 123 volontari affiancati da 20 risorse amministrative e di magazzino.

Il paziente, preso in carico gratuitamente dall’Unità Cure Palliative (UCP Antea), può avvalersi di un programma di assistenza personalizzato nel pieno rispetto della sua volontà e della sua dignità, restando nella propria casa, oppure presso l’hospice del Centro Antea.

Il “Centro Antea – Rete di Cure Palliative”

– 3.000 mq immersi nel verde del Parco di Santa Maria della Pietà (Roma)
– Assistenza domiciliare integrata
– Assistenza ai familiari
– Hospice con 25 stanze singole
– Centro di Telemedicina attivo 24 ore su 24
– Laboratorio di terapia occupazionale
– Sala per riabilitazione
– Sala polifunzionale
– Ludoteca
– Day Hospice
– Antea Formad – Centro di Formazione e Ricerca in Medicina Palliativa e Terapia del Dolore
– Luogo di culto

ANTEA OLTRE L’ASSISTENZA

Oltre all’attività assistenziale a domicilio e in hospice, Antea è impegnata in una molteplice gamma di attività, iniziative e progetti.

FORMAZIONE: Antea Formad è il Centro di Formazione in Medicina Palliativa e Terapia del Dolore dell’Associazione Antea, nato grazie alla expertise acquisita dai professionisti Antea. È specializzato nella progettazione didattica e nell’organizzazione di corsi di formazione, seminari, convegni nonché Master Universitari, per i professionisti del settore socio-sanitario. Dal 2000 ha formato oltre 3.000 professionisti.

BIOETICA: nel 2008 è stato istituito il Comitato di Bioetica Antea con l’obiettivo di
proteggere e promuovere i valori della persona, in tutte le attività scientifiche ed
assistenziali, attraverso un’attività di consulenza etica.

RICERCA: Antea è impegnata nella creazione di una rete nazionale di esperti in Cure Palliative con l’obiettivo di confrontarsi su tematiche cliniche importanti relative alla gestione dei pazienti realizzando progetti per migliorare l’assistenza e la qualità di vita delle persone.

Uno dei tanti obiettivi che Antea si pone è quello di affinare e migliorare le evidenze scientifiche relative a gestione e prevenzione dei sintomi correlati alle malattie in fase avanzata.

Dal 2003 ha istituito il Premio Ali di Antea, un riconoscimento per coloro che hanno
condiviso in modo particolare il cammino dell’Associazione. L’edizione 2015/2016, svoltasi presso l’Oratorio del Gonfalone (Roma), ha visto premiati il Dott. Massimo Scaccabarozzi, il Dott. Francesco Petitto e la Sig.ra Antonella Montaperto Danese.

set lego per bambini
Giochi

I Migliori Set LEGO per Bambini del 2017

Lego per bambini, Lego per adulti, Lego per “adulti bambini”… eh già!

 

LEGO: una parola che mette d’accordo piccoli e grandi, figli e genitori, creativi & creatori di ogni età, sesso e religione.

 

In questo articolo, in costante aggiornamento, andremo a vedere le migliori offerte sui set LEGO per bambini (ma che fanno divertire anche i grandicelli) che si trovano in commercio su Amazon, il grande store online comodo, veloce e conveniente.

Molti di questi sono già in mio possesso e… impossibile resistere!

Ho catalogato i vari set Lego per bambini a partire da quelli adatti già dopo 1 anno e mezzo di vita, per andare poi a quelli adatti da 2 anni in su, 4 anni in su e 5/6 anni in poi.

Clicca sulle immagini per andare direttamente allo store di Amazon.

 

Set LEGO DUPLO per bambini a partire da un anno e mezzo (Duplo)

 

DUPLO My First – Il mio primo bruco – Un bruco costruibile con mattoncini aggiuntivi che possono essere aggiunti per creare una farfalla.

Mattoncini decorati con numeri da 1 a 3, una mela, carote, fiori e un mattoncino a due facce con il volto sveglio/assonnato del bruco: tutto per divertirsi con il nostro cucciolo


DUPLO My First – Il mio primo shuttle – Un bellissimo shuttle costruibile e un pianeta.

Troviamo un mattoncino decorato sui due lati con bambina e bambino, mattoncini decorati con luna, 2 pianeti e 3 stelle e mattoncini con i numeri 1-2-3 ideali per avviare la conversazione, imparare e giocare


DUPLO My First – La mia prima Fattoria – Ideale per accompagnare la canzoncina “Nella vecchia fattoria”…

include 2 bambini, una pecora, una mucca e una gallina.

La fattoria facile da costruire con porte e finestre apribili e una mangiatoia


Set LEGO per bambini da 2 anni a 5 anni (Duplo)

 

Prezzo: Vedi su Amazon.it

DUPLO Town – Trenino – Un piccolo treno costruibile con tetto, vagone, auto, passaggio a livello apribile, binari del treno, albero costruibile.
Ci sono anche casse da caricare sul treno o l’auto, fiori e mattoncini decorati da mele e zucche.

Non manca naturalmente il passaggio a livello per spiegare al bambino i concetti di sicurezza stradale e ferroviaria
Include 2 personaggi: il macchinista del treno e il conducente dell’auto


 

Prezzo: EUR 99,99
Da: EUR 139,90

DUPLO Town – Set Treno Deluxe – Qui si fa sul serio. Il set include oltre 160 cm di binari, 3 personaggi Duplo, mattoncini Duplo aggiuntivi e punta tutto sul treno con effetti sonori, 2 vagoni, camion, edificio con gru, mattoncini-pietra, sezione con galleria/ponte, binari.

In più, un semaforo, pompa di rifornimento, frutta, attrezzi, mobili, recinto, latta d’olio


DUPLO Town – La Grande Fattoria – La fattoria per i bimbi più grandicelli contiene 2 personaggi (1 fattore e 1 bambino) e inoltre 1 trattore, 1 mucca, 1 cavallo, 1 vitello, 1 gallina e 1 gatto.

Con i pezzi contenuti nella confezione si possono costruire 1 granaio, 1 fattoria e 1 stalla


Duplo Town – Caserma dei Pompieri – Chi non ama gli angeli del soccorso vestiti di rosso? Ecco i pompieri LEGO Duplo, in un set che contiene l’edificio della Caserma dei pompieri con garage e finestra e porta apribili.

Naturalmente anche 2 veicoli: un’autopompa con manichetta avvolgibile e un’auto dei pompieri con scala mobile.

Tanti accessori : n mattoncino-campanella, una chiave inglese, una fiamma, un’ascia e un idrante


Prezzo: Vedi su Amazon.it

Set DUPLO – Il Grande Zoo – Per chi vuole fare le cose in grande, ecco tanti animali in versione LEGO Duplo assieme a 2 Guardiani dello zoo, 1 nonna e 1 bambino.

Abbiamo 1 Foca, 1 Panda, 1 Orso bruno, 1 Elefante, 1 Giraffa, 1 Tigre bianca, 1 Cucciolo di tigre, 2 Leoni, 1 Cucciolo di Leone, 1 Scimmia, 2 Pinguini e 1 Pesce.

Inoltre, Fuoristrada con rimorchio, forcone, ingresso delle zoo, ambienti recintati, parco giochi dei pinguini con scivolo, ambiente “Asia” e molti altri mattoncini DUPLO per costruire diversi ambienti per gli animali.


Set LEGO per bambini da 4 anni (Lego Juniors)

 

Prezzo: Vedi su Amazon.it

LEGO Juniors – Cantiere – Questi set hanno dei bellissimi contenitori, che sono un valore aggiunto!

Abbiamo un camion facile da costruire, una gru con palla da demolizione e un muro, la minifigure dell’operaio edile e accessori come una carriola, coni e attrezzi.

Con le istruzioni possiamo realizzare due modelli alternativi: un SUV e una sezione di muro con ponteggio


LEGO Juniors – Il Castello della Principessa – Il primo castello della mia Adelaide, ha una confezione super comoda (e robusta).  

Il castello include: 1 scivolo, 1 ponte levatoio, 1 torre con fiori e bandiere, con 1 minifigura di principessa e 1 gatto.

Accessori inclusi: 1 piatto, 1 spazzola e i gioielli reali. Dimensioni della scatola: 15 x 19 x 19 cm


 

LEGO Juniors – Il Nascondiglio di Spider Man – Chi l’ha detto che solo Batman ha la sua caverna segreta?
Ecco Spider-Man, Goblin e un agente di polizia sfidarsi sulla soglia del nascondiglio del nostro eroe.

Contiene una scena in strada, il nascondiglio di Spider-Man con scivolo, l’elicottero di Spider-Man (con rotore funzionante), l’aliante di Goblin e una moto della polizia


 

LEGO Juniors – Valigetta Supermercato – Un po’ di shopping in tenera età non fa male… anzi, può essere educativo! La Valigetta (molto carina) include 2 minifigure e un gatto, un motorino, la struttura del supermercato e vari banchi con generi alimentari e prodotti.

Misure: 28,5 x 26,2 x 6,4 cm


 

Lego Juniors – Il tempio perduto di NINJAGO – Per chi non può attendere la carriera ninja del figlio, ecco dai 4 anni in su  le gesta degli eroi all’ombra del Tempio perduto, con il dragone blu di Jay e l’elicottero del malvagio serpentino. 3 minifigure: Lloyd, Jay e il malvagio serpentino.

Il Tempio perduto è dotato di sfera di lava, ascia oscillante e lame rotanti, porta apribile e Spada di Fuoco.


 

Set Lego per bambini da 5/6 anni in su (City/Movie/Castle/Princess)

 

Lego City Marina – Per chi è cresciuto con Baywatch il richiamo del mare deve essere trasmesso ai pargoli… ecco dunque un porticciolo con tanto di minifigure di surfisti, velisti e piloti di motoscafi.

La confezione include una struttura-surf shop collegata a una torretta di avvistamento. Il Mare non è incluso! Ci sono poi ovviamente un surf, un motoscafo e un windsurf


 

LEGO City Demolition – Cantiere da Demolizione – Chi non ama buttare “giù tutto”? Questo set contiene una gru con braccio mobile e palla da demolizione, ruspa con benna mobile, camion con cassone ribaltabile e 3 sezioni di edifici con diverse funzioni di demolizione.

Include 5 minifigure di demolitore con accessori assortiti: martello pneumatico, piccone, pala, 2 candelotti di dinamite, cartello, carriola, pattumiera…


 

Lego Disney Princess – L’avventura sulla slitta di Anna e Kristoff – L’ormai classico moderno “Frozen” ispira il set dove Anna e Kristoff, più Sven, la renna si avventurano sulla slitta di Kristoff per tante avventure sul ghiaccio.

Ci sono anche la Querciola Vagabonda di Oaken per acquistare le provviste invernali e il fienile in cui riposare.


 

Lego Angry Birds Movie – la Demolizione di Pig City – Dopo l’exploit su telefoni e al cinema, unset spettacolare per gli Angry Birds: costruiamo la Pig City con bancarelle varie.

Abbiamo poi una catapulta, un ombrello, 5 uova, 3 bastoni di TNT, scatola di immagazzinaggio TNT e naturalmente due minifigure Angry Birds e due maialini verdi


 

LEGO Castle – Assalto Al Corpo Di Guardia – Adoro i castelli! Questo set dalle dimensioni contenute (8 x 18 x 20 cm) ha dentro la torre di guarda, 1 cavallo corazzato, 1 catapulta e 4 minifigure: 2 cavalieri del re, 1 cavaliere del Dragone e 1 soldato del Dragone

Armi incluse: 1 lancia, 1 balestra e 2 spade


__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__