animali-in-gravidanza
Diventare Babbo

Animali in Gravidanza: Chi l’ha Detto che Non si Può?

Sono il fortunato e felicissimo “babbo” di un chihuahua: il suo nome è Frattaglia.

(Sì, hai letto bene. Ne parliamo in questo post, ok?) 🙂

Una foto pubblicata da GIACOMO LUCARINI (@lucarinigiac) in data:

Per un anno e mezzo Frattaglia è stato il centro dell’attenzione e dell’amore della vita di Erika e della mia: tre chili scarsi di animaletto che con tenerezza e pazienza ci ha insegnato a prenderci cura di qualcosa che non fosse solo “noi stessi”.

Poi… la notizia dell’arrivo di un nuovo protagonista.

Scherzando (ma neppure troppo) a volte Erika ed io ci guardiamo negli occhi, sorridendo al suo musetto buffo e ci diciamo: “Avremo un bambino, ma Frattaglia sarà sempre il nostro… primogenito!”

Questa premessa è per tentare di spiegarti quanto amiamo il nostro cane e come ci siamo preoccupati immediatamente di capire come “conciliare” gli animali in gravidanza.

La questione degli animali in gravidanza è infatti molto dibattuta.
Ma in fondo, cosa non lo è?

Un genitore responsabile deve porsi il problema di sapere e capire come “difendere” sia i cuccioli di uomo che i compagni a quattro zampe, e farli vivere insieme felici e sicuri.

Animali in Gravidanza: No problem!

Devo rinunciare alle coccole del cane? Alle fusa del gatto?”.

Puoi aggiungere animali a piacere e per ognuno pensare alle abitudini che hanno verso di noi… la domanda sorge spontanea non appena sai di aspettare un bambino.

La risposta è: NO!

Non devi rinunciare assolutamente a niente (e guai se ci provi) ma, da buon babbo wannabe responsabile, devi sapere che ora più che mai devi mettere l’igiene e la sicurezza al primo posto.

Pulizia, attenzione e prevenzione devono diventare il tuo mantra.

Ecco cosa fare:

Veterinario, light my way.

animali-in-gravidanza Mi permetto di citare gli U2 e non mi vergogno di raccomandare una cosa ovvia: che tu lo frequenti per abitudine o solo in caso di obblighi necessari (tipo i vaccini) ricorda che il veterinario è il miglior amico del tuo animale… e quindi anche tuo, in questo caso.

Non appena possibile, porta il tuo cucciolone a fare una visita di controllo, assicurati che tutte le “punture” necessarie siano state fatte e non esitare a chiedere consigli sul come comportarti prima e dopo l’arrivo del tuo erede.

Ti stupirai della semplicità delle regole. Le stesse che ho imparato rivolgendomi al mio dottore di fiducia e ai consiglio dell’ANMVI, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani.

 

Allergie: no grazie

Uno dei primi dubbi che saltano in testa è: e se il nascituro fosse allergico al pelo?

Tranquilli. Se voi genitori non lo siete, difficilmente il piccolo lo sarà. E comunque, in linea generale, un bambino che cresce accanto ad un cane o un gatto ha il sistema immunitario più forte.

Il problema più reale (ma niente allarmismi!) è quello della toxoplasmosi che riguarda i gatti, ma saranno ginecologi e ostetriche a mettervi subito in guardia, nei primissimi mesi della gravidanza.

Caro papà, tu ricordati di lavare e pulire sempre per bene e a fondo frutta, verdura e alimenti crudi, ok?

E questo ci porta al prossimo punto…

Pulizia, pulizia, pulizia!

Per me pulire è sempre stato un grosso problema. Cioè, nella mia lista di priorità è sempre stata un’attività che usciva dalla gara alla prima curva. Non so se rendo…

Un po’ il lavoro, un po’ la vita di coppia mi hanno imposto uno stile di vita che impone pulizia e ordine.
Un sistema mentale che aiuta la produttività e che poi fa bene anche alla salute, eh!

La gravidanza amplifica tutto: probabilmente sei già bravissimo, lavi il cane e… stai a guardare il gatto che fa la sua bella toilette, ma è il momento buono per diventare super-meticolosi e pulire ogni giorno e dopo ogni uscita le zampe e il pelo dell’amico domestico.

Inoltre, lavati le mani dopo averlo toccato, avergli dato da mangiare e… averlo pulito!

Se poi vuoi anche evitare di far leccare la faccia della mamma, ancora meglio 🙂

animali-in-gravidanza

Infine… coccole come se piovesse!

Un animale è un animale, per carità.
Ma chi ne ha uno e lo ama, sa benissimo che è impossibile non considerarlo come un componente della famiglia e, in questo caso, un vero e proprio “figlioccio” a cui nasce un fratellino o una sorellina.

Per cui… viene naturale sommergerlo di attenzioni in più per prepararlo al grande evento che verrà e alla presenza “ingombrante” degli anni a venire.

Dunque, ogni volta che fai una carezza al tuo amico a 4 zampe pensa a sempre a raddoppiarla, nei modi e nei tempi.

Anche lui dovrà affrontare stravolgimenti di abitudini e orari. E sono certo che spesso sarà di compagnia e… conforto!

Capito, Frattaglia?

 

Animali in gravidanza: e tu come ti comporti?

Hai vissuto esperienze particolari che riguardano il rapporto tra gravidanza e animali domestici?

Sei stato un “doppio papà” attento e puntuale o hai dubbi sugli animali in gravidanza?

Parliamone insieme nei commenti!

__

Iscriviti alla Pagina Facebook – bit.ly/bigbabbofb
Entra nella Community su Facebook – bit.ly/bigbabbogruppo
__

 

 

The following two tabs change content below.
Ciao! Sono Giacomo, papà di Adelaide. Vivo con Erika e il chihuahua Frattaglia in Versilia. Il mio lavoro? Giornalista, consulente di web e social media marketing... e naturalmente blogger di BigBabbo!
Previous Post Next Post

1 Comment

  • Reply Il Nome del Cane | Big Babbo 30 dicembre 2016 at 22:23

    […] Qui trovi qualche informazione su come gestire gli animali durante la gravidanza. […]

  • Leave a Reply